headerMONTELEONE SABINO: LO SPIRITO SANTO SCENDE SUL “NUOVO SANTUARIO” DI SANTA VITTORIA.

Nella Solennità della Pentecoste, Domenica 11 maggio 2008, il paese di Monteleone Sabino era addobbato in festa per la discesa dello Spirito Santo, ma anche per l’inaugurazione del Santuario dedicato alla patrona, la vergine e martire Santa Vittoria.
La Parrocchia si era adoperata perché ci siano più reliquie possibile di Santa Vittoria. Da Urbania era tornata la mascella inferiore, e dal Monastero del Sacro Speco il teschio della Santa. Martedì è tutto il paese che ha accolto trionfalmente come una sposa, la statua ottocentesca contenente altre sue numerose reliquie, che veniva dalla Parrocchia S. Donato in Civita di Bagnoregio, accompagnata dal Sindaco Rino Pompei. Il suono delle campane ed i claxon delle macchine hanno attraversato il paese avvisando tutti dell’arrivo della Santa. Tantissimi fedeli si sono radunati nella Chiesa parrocchiale per pregare, insieme al Parroco ed ai Sindaci di Bagnoregio e di Monteleone.
Il giorno stesso della festa sono giunte da vari luoghi altre reliquie accompagnate dai fedeli: da Santa Vittoria in Matenano (AP), le reliquie erano accompagnate dal Parroco, dal Sindaco e dalla Confraternita di Santa Vittoria; da Pisoniano (RM), portavano le reliquie il Sindaco e Padre Virgilio, o.f.m., e una rappresentanza dei fedeli. Erano convenuti alla festa, qualche sacerdote della Diocesi di Rieti, alcuni diaconi,  le Suore francescane angeline, numerosi autorità civili e rappresentanti delle forze dell’ordine, tantissimi fedeli di Monteleone e d’altrove.
La lunga e multicolore processione è iniziata alle ore 10.00 dalla Chiesa parrocchiale. Partecipavano alla processione, oltre gli ospiti sopra elencati, tutti i gruppi parrocchiali tra cui le tre Confraternite della Parrocchia di Monteleone, la Confraternita riunita di Oliveto Sabino, il Gruppo di preghiera e la Banda musicale di Ginestra, e la Banda musicale di Monteleone. Tutta la processione si è fermata dinnanzi al Santuario, ove il Vescovo della Diocesi di Rieti, S. E. Rev.ma Mons. Delio Lucarelli ha tagliato il nastro. Entrando per primo nel Santuario, seguito dal Parroco e dal Sindaco di Monteleone, il presule ha scoperto una pietra commemorativa dell’evento, collocata nell’atrio.
Ad animare gioiosamente la Santa Messa solenne, ci ha pensato il giovanile coro parrocchiale Giovanni Paolo II. Dopo il benvenuto al Vescovo ed agli ospiti pronunciato dal Parroco, il Vescovo ha iniziato la cerimonia con la benedizione del Santuario. Durante l’omelia ha sottolineato il ruolo dello Spirito Santo nella vita della Chiesa e del singolo battezzato, ed ha incoraggiato i due cresimandi del giorno, De Santis Giorgia e Capitani Lorenzo, ad essere autentici testimoni di Cristo. Per quanto riguarda il Santuario, il vescovo ha ricordato quanto il luogo di culto è stato molto caro tanto agli antichi di Monteleone quanto a tutti fedeli della Diocesi di Rieti ed a tutti i devoti di santa Vittoria.
Congedando l’assemblea, ha ringraziato tutti i partecipanti e gli organizzatori e chiesto a tutti impegno maggiore e costante, perché il Santuario sia messo al centro di tutte le attività parrocchiali e sia vissuto come luogo di intensa preghiera e di sentito e vissuto culto.
La processione ha ripreso l’avvio, rientrando nel paese, e, passando attraverso il centro storico, si è concluso nella Piazza XXIV aprile, ove il Vescovo ha impartito la benedizione con la reliquia sotto forma del braccio di Santa Vittoria. Dopo aver ricordato che l’anno successivo l’Oratorio parrocchiale avrebbe festeggiato i suoi vent’anni, il Parroco ha invitato tutti a radunarsi nella Chiesa parrocchiale. Il Vescovo, i sacerdoti, i diaconi, le Suore, le autorità civili, i rappresentanti delle force dell’ordine e gli altri ospiti si sono raccolti in preghiera, per un breve momento, presso l’urna di Santa Vittoria proveniente da Bagnoregio.